I nostri eventi
Eventi
Amici ...

Libri Vari


Immobiliare Dell'Uomo
Viaggio a New York
New York
Streaming Radio Cooperativa
BluesIl martedì sera alle 22,30, ogni due settimane, siamo in onda (Silvia, Adriano e Mario) in diretta sulle frequenze di Radio Cooperativa con la trasmissione "Infinitamente Blues", serate a tema su questo genere musicale e i suoi molti "cugini".
GospelLa puntata del 1 dicembre ospita l'Amazing Gospel Choir di Este, un gruppo di oltre 40 elementi che si esibiscono da 14 anni. In studio Maria Luisa, fondatrice, Marika, la maestra e Ilaria, voce solista. Grazie ai loro racconti ripercorriamo la storia di questo genere probabilmente non molto conosciuto, ma bellissimo. I brani presentati sono dello stesso coro estense, e poi di grandi interpreti come Mahalia Jackson e Rosetta Tharpe. L'ultima parte della trasmissione è dedicata al gruppo soul e R&B di Ilaria Mandruzzato, i Memphis Experience, 10 elementi bravissimi, di cui apprezziamo un paio di brani, per chiudere con Bill Withers, Aretha Franklin e B. B. King. Una serata piacevole con buona musica e informazioni interessanti. Grazie alle nostre ospiti. Trovate i loro impegni musicali e altre notizie sul sito www.amazingospelchoir.com
 
Bo DiddleyScopriamo in questa puntata di Infinitamente blues diversi nomi che il grande pubblico non conosce (gli intenditori ovviamente sì).
Accanto a grandi interpreti come Bo Diddley (nell'immagine), Dr John e Koko Taylor, apprezziamo sound particolari, da quelli che ripercorrono la strada del Delta, a quelli che inseriscono elementi africani e latini nel loro blues, al Rhythm&blues, alle contaminazioni rock. Di base rimane il blues che questi artisti hanno nel cuore e spesso nel sangue.
Potete ascoltare le voci di Professor Longhair, Keb' Mo', Omar, Bonnie Raitt, Oscar Benton, Renee Austin, Corey Harris e altri ancora. Una segnalazione per Cassandra Wilson che presenta una fantastica "Lay Lady Lay" di Bob Dylan rivisitata in chiave jazz.
Una puntata dedicata dunque a quei cantanti pur bravissimi ma meno visibili.

 
Visione e pazziaQuanti musicisti fuori di testa conoscete? E quanti di questi sono realmente dei pazzi o semplicemente dei visionari che con le loro idee hanno precorso tempi, mode, stili? La differenza tra genio e follia è sottile e spesso impalpabile.
La puntata del 20 ottobre di Infinitamente Blues è straordinaria perché vi racconterà le storie e vi lascerà godere la musica di alcuni tra i più grandi geni/pazzi/visionari: la scelta della categoria in cui collocarli è libera e dipende dai gusti di ognuno di noi.
E così appaiono autori e cantanti inimitabili come Jim Morrison, Jimi Hendrix, David Bowie, Frank Zappa, Alice Cooper, Tom Waits, accanto ad altri che forse sono meno conosciuti come Johnny Watson, James Brooker. E ancora altri da Patty Smith a Don Van Vliet, Peter Green, Mick Jagger.
Una strada segnata, quella che percorreremo lunedì sera alle 22,30 a Radio Cooperativa, una sorta di "Autostrada per l'inferno", per citare un altro gruppo che non potrà mancare, gli AC/DC.

 
Buon anniversario Infinitamente bluesLa puntata del 6 ottobre 2014 segna il nostro primo anniversario a Radio Cooperativa, per questo viene aperta da B. B. King con "Happy birthday blues". Le canzoni inserite sono varie, realizzate da cantanti ben conosciuti come Santana, Ray Charles, Buddy Guy, Rolling Stones, Pino Daniele e da altri che lo sono sicuramente meno come Ana Popovic, Popa Chubby, Shemekia Copeland, Eddie Floyd, tutti bravissimi e degni compagni di puntata dei primi. Un omaggio particolare è dedicato a Cole Porter, di cui si celebra tra poco (15 ottobre) il 50° anniversario della scomparsa. Lo facciamo con il suo brano più famoso, "Night and Day" suonato dall'inimitabile sax di Charlie Parker. Di mostri sacri in mostri sacri, segue la "Summertime" di Louis Armstrong ed Ella Fitzgerald. Un breve accenno al gospel con un bellissimo brano di Mavis Staples (auguri anche a lei per i suoi 75 anni), genere che sarà il tema centrale di una delle prossime puntate.
Buon ascolto e ... cin cin!

 
Ci piaceIn questa nuova puntata di Infinitamente blues dell'8 settembre 2014 vogliamo presentarvi autori famosissimi e altri che lo sono meno; il filo conduttore è che la musica, come noi la intendiamo, deve dare gioia anche se solo per pochi minuti. Ascolteremo brani che hanno fatto la storia del blues e altri che sono appena nati in una sequenza di vissuto e di nuovo che resta sempre di altissimo livello.
Così. accanto a B. B. King, Etta James (in una delle canzoni più sexy di sempre), Nina Simone, Koko Taylor e altri miti del blues, presentiamo artisti più giovani con brani anche recentissimi come Pharrell Williams, Robben Ford, Mississippi Cadillac Blues Band e la voce meravigliosa di Diana Krall. Tutto da ascoltare.

 
WoodstockSerata speciale a Infinitamente blues (Radio Cooperativa, lunedì 22,30 sui 92,7 MHz in FM) dedicata al festival di Woodstock a 45 anni dall'evento (15-18 agosto 1969).
Raccontiamo alcuni retroscena anche gustosi, sulla preparazione del festival, il suo svolgimento, il motivo di iimportanti assenze, la reazione degli abitanti del luogo e della stampa.
Quello che conta di più è che ascoltiamo molte delle canzoni presentate all'epoca.
Alcune di queste sono esecuzioni originali dal vivo, su tutte una straordinaria interpretazione di "To love somebody" dalla quale emerge la incredibile energia di Janis Joplin.
Chiude lo "Star & spangled banner" iperfamoso di Jimi Hendrix.
Nonostante la qualità del parlato non sia eccezionale (dipende dalle disavventure avute dalla radio nel mese di agosto) ... buon ascolto.

 
American folk blues festivalNegli anni '60 Joachim Berendt (un'autorità in fatto di jazz) si mette in testa di far conoscere anche agli europei il blues e organizza una serie di tour ai quali prendono parte grandi artisti, quelli che hanno reso immortali termini come "Delta", "Chicago Blues", "Cotton Club" ...
I tour si ripetono quasi regolarmente per 10 anni, con grande successo. Vengono anche prodotte trasmissioni televisive che sul fenomeno vogliono saperne di più. Storica è quella realizzata nella stazione di Wilbraham Road in disuso a Manchester, bagnata dalla pioggia e riscaldata dalle voci di Muddy Waters, Howlking Wolf, John Lee Hooker, Memphis Slim, Odetta, Victoria Spivei e tanti altri.
In questa puntata di "Infinitamente Blues" abbiamo voluto ripercorrere, con le canzoni presentate allora, i primi American Folk Blues Festival, scegliendo, tra i tanti, i musicisti che ci sono sembrati più rappresentativi. Certo che ne mancano, ma sapete come si dice? ... il tempo è sempre tiranno.

 
Woodstock Puntata di Infinitamente blues dedicata interamente ad un evento musicale che si terrà ad Abano Terme dal 16 al 20 luglio 2014: Woodstock Village "Again and Now". Sul palco si alterneranno nei 5 giorni 35 band e 4 grandi artisti internazionali: Ken Hensley degli Urrah Heep, Giorgio Piazza ex PFM, Tolo Marton (uno che ha sostituito Eric Clapton coi Cream, mica pizza e fichi) e poi Martin Barre, chitarrista dei Jethro Tull. Lo scopo (pur con la presenza di banchetti gastronomici e mercatini vintage) è quello di riproporre canzoni del periodo d'oro del rock, quello che ha visto i grandi raduni da Monterey a Woodstock, il sorgere della Summer of Love, la nascita dei grandi gruppi degli anni '70. La caratteristica del raduno, la filosofia che sta dietro tutte le scelte, comprese le band, selezionate tra le centinaia che hanno chiesto di partecipare, oltre a tutte le informazioni "pratiche", vengono spiegate dall'ideatore e organizzatore dell'evento, Roberto Angioni, nostro graditissimo e simpaticissimo ospite in studio. Oltretutto Roberto è il chitarrista dei Defcon1, gruppo specializzato in Led Zeppelin e Deep Purple, che suonerà sabato e domenica sera. Già che ci siamo ricordiamo che sarà presente anche il nostro Adriano (conduttore della trasmissione) assieme ai suoi compagni di viaggio nel quartetto Blues Children (mercoledì prima di cena).
La trasmissione racconta tutto, ma proprio tutto, quello che occorre sapere e, se proprio volete avere altre notizie, ecco il link dove trovare la bellissima locandina.
L'intervista con Roberto è intervallata da una carrellata di brani, tutti eseguiti a Woodstock nell'agosto 1969: da Joan Baez a Arlo Guthrie, Dai Canned Heat ai Jeffersone Airplane, dai Creedence a The band, da Richie Havens a Carlos Santana, da Jo Cocker agli Who, dai Ten Years After al simbolo della manifestazione statunitense, Jimi Hendrix.
Buon ascolto.
 
Altri articoli...
Infinitamente Blues
Infinitamente Blues

blues

Black&Blue
Il Jazz a Radio Cooperativa
I nostri artisti
I nostri artisti

Utilizziamo coockie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza usandolo. Per maggiori info vedi la nostra Politica di privacy.

Proseguendo la navigazione accetto l'uso dei coockie.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk