I nostri eventi
Eventi
Amici ...

Libri Vari


Immobiliare Dell'Uomo
Viaggio a New York
New York
Streaming Radio Cooperativa
BluesIl martedì sera alle 22,30, ogni due settimane, siamo in onda (Silvia, Adriano e Mario) in diretta sulle frequenze di Radio Cooperativa con la trasmissione "Infinitamente Blues", serate a tema su questo genere musicale e i suoi molti "cugini".
Natale 2019Puntata "tradizionale" dedicata al natale.
Quest'anno niente canzonette da supermercato, solo brani blues, soul e jazz con il meglio del meglio dei cantanti. Da James Brown a Ella Fitzgerald, da Eric Clapton a Rosetta Tharpe, da B.B.King a Luther Vandross, da Otis Redding a Fats Waller e molti altri ancora.
Allegria, riflessione, un po' di nostalgia.
Buone feste a tutti voi!!!.

 
Standard bluesMartedì 3 dicembre ore 22,30, Infinitamente blues presenta una puntata dedicata agli standard blues, quei brani diventati dei classici ed eseguiti da molti cantanti dopo la versione originale. La scaletta è fantastica (ma questa non è una novità ;)) e ricca di nomi straordinari: B.B.King, Nina Simone, Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Sonny Boy Williamson I, Muddy Waters, T-Bone Walker, Little Walter, il mitico Willie Dixon e altri ancora.
Una bellissima serata di blues ...  a 360 gradi.
Buon ascolto.

 
George GershwinVi piacciono le canzoni Jazz, quelle cantate da Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Billie Holiday e le altre gransissime stelle della musica della prima parte del secolo scorso? Allora questa è la trasmissione che fa per voi. A Infinitamente Blues, infatti, va in onda una puntata interamente dedicata ai fratelli Ira e George Gershwin.
Raccontiamo la loro storia e "visitiamo" le loro commedie musicali (le reviews come si chiamavano allora). Possiamo gustare una selezione di brani, una ventina, certo ben pochi rispetto ai 700 composti dall'artista newyorkese, ma significativi della sua arte. Le voci che danno vita alle melodie sono tutte straordinarie. Oltre agli artisti già citati, partecipano alla puntata Aretha Franklin, Nina Simone, Nat King Cole, Fred Astaire, Sarah Vaughan e tanti altri, per non parlare dei pezzi che ci regaleranno band straordinare come quella di Duke Ellington, Benny Goodman, Harry James.
Basta un click ... non ve ne pentirete!
Buon ascolto.

 
John DenverEcco una nuova monografia di un cantante, scomparso 22 anni fa in Ottobre. Pilotava un piccolo aereo sperimentale ed è finito nelle onde dell'Oceano di fronte alle coste della California. Aveva solo 53 anni ed era uno dei massimi rappresentanti di quel genere country-folk tanto in voga negli Stati Uniti. Siamo sicuri che si è capito che si tratta di John Denver, quello di "Take me home country roads" o di "Sunshine on my shoulders" o, ancora di "Rocky mountains high", uno degli inni del Colorado, dedicato alle montagne rocciose, dove riposano le sue ceneri.
La sua musica è dolce e romantica, ed è ricca di riferimenti alla natura che John ha cercato di tutelare durante tutta la sua vita. Decisamente da ascoltare, assieme alla storia della sua vita.
Buon ascolto.

 
Curiosità rock
Martedì 8 ottobre alle 22,30 a Infinitamente blues, è andata in onda una puntata dedicata al blues italiano. Sono i soldati americani a portare nei loro zaini, oltre a cioccolata e coca cola, dischi di blues. Nel 1945 Big Bill Broonzy a Torino, tiene un concerto per le truppe alleate: è il primo vagito del blues in Italia. Ci vuole un po' di tempo perché artisti che nessuno conosce comincino a suonarlo. Piano piano, dagli anni '60 in poi, si formano le prime band e negli anni '70 cominciano ad apparire i primi dischi (i famosi "long-playing" o "ellepi"), grazie a cantanti straordinari che hanno tolto il tappo ad un genere che da allora si sviluppa sempre più. Sono Roberto Ciotti, Guido Toffoletti, Fabio Treves, Giancarlo Crea, Luciano Federighi e tanti altri. Anche qualche cantante "di quelli che vanno in televisione" ogni tanto suona un blues. Pensiamo a Pino Daniele, Lucio Battisti, Zucchero, Edoardo Bennato, che sono anche quelli più conosciuti. Sono artisti "prestati" al genere: i puristi non li considerano dei veri bluesman. Ne ascoltiamo alcuni brani: di Mina e di Pino Daniele, perfino una dissacrante e, ovviamente, demenziale canzone degli Skiantos.
Ed infine abbiamo pensato ad una piccola rappresentanza dei molti artisti che, negli anni, ci sono venuti a trovare in trasmissione. Ascoltiamo brani di Alice Violato, Marco Pandolfi e di Enrico e Carlo Santacatterina, dal CD Mendicante, una rarità, visto che tutti i testi sono in italiano.
Purtroppo il tempo impedisce di estendere la trasmissione ad altri, che meriterebbero, eccome, di essere ascoltati ... sarà per un'altra volta ...
Buon ascolto.

 
Curiosità rock
In questa puntata raccontiamo alcuini aneddoti curiosi e divertenti di alcune rock star. Come quella di Keith Moon che fa esplodere una bomba nell'hotel dove alloggia. O quella di Neil Young e Jimi Hendrix che arrivano a Woodstock su un camioncino rubato. O ancora di quella volta che il concerto degli AC/DC viene interrotto e si rischia una sparatoria con la polizia belga. Storielle accompagnate da grandi pezzi di musica dei cantanti o dei gruppi coinvolti. Buon ascolto.

 
Woodstock 50
Puntata dedicata al festival di Woodstock nel 50° anniversario della manifestazione. Qui ripercorriamo i tre giorni e un'alba, con i comportamenti di cantanti, organizzatori e dei 500 mila giovani arrivati lassù da ogni parte degli Stati Uniti. C'è la musica, certo, ma anche considerazioni e aneddoti sul festival e sul clima che durante quel meeting si è respirato.
Consigliamo di ascoltare la puntata sullo stesso tema di "Noncicredo" (nel podcast dedicato alla trasmissione nel sito "noncicredo.org") per una più completa analisi del periodo di Woodstock. Dalla Summer of Love di San Francisco, ai movimenti giovanili, dalle proteste studentesche al partito della gioventù internazionale, passando per le rivendicazioni dei diritti civili guidate da Martin Luther King. E la musica? La Musica (la M maiuscola non è un errore!) ha un ruolo fondamentale in tutto questo, e Woodstock rappresenta il più alto grido del movimento Buon ascolto.

 
Il sole ci rende feliciIn questo periodo di caldo afosissimo (esiste?) quante volte ci viene da dire: "mannaggia che sole!". Così abbiamo pensato di dedicare questa puntata di Infinitamente blues proprio al sole.
A volte si tratta del sole vero, quello che ci fa sudare anche se, come dice Baccini, “è bello pedalare sotto questo sole”, altre volte è una meta lontana e irraggiungibile, come quando cerchiamo di raggiungere, assieme agli Alunni del Sole, “le porte del sole”, altre ancora rappresenta la gioia e la felicità che abbiamo o quella perduta come quando Zucchero canta “Ridammi il sole”. I significati sono diversi, ma le canzoni sono tutte da ascoltare.
Grandi interpreti italiani e stranieri in scaletta. Esempi? Zucchero, Celentano, Pino Daniele, Mina tra i nostrani. Beatles, John Denver, Cream, Armstrong tra gli altri ... nel senso che ce ne sono tanti altri ancora. Buon ascolto!

 
Altri articoli...
Infinitamente Blues
Infinitamente Blues

blues

Black&Blue
Il Jazz a Radio Cooperativa
I nostri artisti
I nostri artisti