I nostri eventi
Eventi
Amici ...

Libri Vari


Immobiliare Dell'Uomo
Viaggio a New York
New York
Streaming Radio Cooperativa
BluesIl martedì sera alle 22,30, ogni due settimane, siamo in onda (Silvia, Adriano e Mario) in diretta sulle frequenze di Radio Cooperativa con la trasmissione "Infinitamente Blues", serate a tema su questo genere musicale e i suoi molti "cugini".
Ry Cooder Conosci Ry Cooder?
Qualunque sia la tua risposta, non puoi perderti questa puntata di Infinitamente Blues.
Ry Cooder è uno dei grandi musicisti del Novecento e di questo secolo, la cui lunga storia racconta di musica, cinema, politica, folklore. Ry nasce 70 anni fa a Los Angeles da madre italiana e cresce a Santa Monica. Comincia a tenere una chitarra in mano da quando ha tre anni e i risultati si vedono: diventa, infatti, uno dei massimi virtuosi della chitarra slide. Proverbiale è la sua abilità nel rivitalizzare canzoni del passato, riscoprendo le radici della cultura musicale americana e delle tradizioni di altri popoli.
In questa puntata ripercorriamo la sua storia, attraverso i suoi dischi, le sue canzoni e le sue musiche. E' impossibile definire questo musicista come appartenente ad un genere o ad un altro. Anche se la sua culla è il folk e il country, non mancano elementi blues e rock nelle sue opere. Famosissime le sue colonne sonore (citiamo Paris Texas, ma solo perché è il film più famoso) e lo straordinario lavoro fatto a Cuba negli anni '90 con Compay Segundo e gli altri "reduci" del Buena Vista Social Club.
Anche il suo impegno politico viene sottolineato con un ultimo brano dal testo tagliente come un laser, in cui banchieri, corrotti, inquinatori finiscono sul banco degli imputati, testo che richiama le liriche di Woody Guthrie e di Bob Dylan.
Per chi non conosce questo autore sarà una grande sorpresa sia per la varietà dei temi che per l'incredibile fascino della maggior parte dei brani che proponiamo.
Buon ascolto.
 
1967 I brani proposti in questa puntata sono tutti presi da "33 giri" usciti nel 1967, 50 anni fa. Non solo, si tratta sempre di album che rappresentano l'esordio dei loro autori. Il 1967 è un anno speciale per la musica e non solo. Basta ricordare il festival di Monterey con l'esordio di Jimi Hendrix, che alla fine brucia la sua Stratocaster. E' l'anno della Summer of Love, con S. Francisco invasa dal popolo hippy. Ma è anche uno degli anni della guerra in Vietnam, la vigilia di quel '68 che scaverà un solco profondo tra il prima e il dopo. Con tutto questo fermento non c'è da stupirsi che nascano, anche nella musica, dei mostri sacri, anche se talvolta i lavori che qui presentiamo non sono che l'albore di quello che verrà e che sarà meraviglioso. Giusto per ingolosirvi, ecco qualche nome; escono i primi "ellepi" di Jimi Hendrix, Janis Joplin, Doors, Pink Floyd, Leonard Cohen, David Bowie, Grateful Dead, Velvet Underground, Procol Harum, Ten Years After ... non male vero? Abbiamo inserito anche alcuni autori italiani, all'esordio in questo anno: Francesco Guccini, Dik Dik, Nomadi con la voce indimenticabile di Augusto Daolio, I profeti. La chiusura è lasciata, anche se non si tratta di una "prima volta", ad un brano del meraviglioso album dei Beatles "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band", pubblicato il 1 giugno 1967.Buon ascolto.
 
Velut Luna In studio la cantante Claudia Beàs Lovato e il produttore Marco Lincetto, titolare dell'etichetta Velut Luna. Una serata tra musica con la bellissima voce di Claudia e gli interventi molto interessanti di Marco. Presentiamo l'ultimo CD di Claudia, "Stolen diamonds" con un'accompagnamento da favola e strumentazioni all'avanguardia ma anche antichi strumenti come il clavicembalo e il fagotto barocco. Una vera perla, tutta da ascoltare.
Buon ascolto.
 
Ella Fitgerald Il 25 Aprile del 1917, in una cittadina affacciata sull'Oceano Atlantico non lontana da Richmond, nasceva Ella Jane Fitzgerald. Diventerà la voce più conosciuta del Jazz (e non solo). Tutte le cantanti che attualmente si cimentano con questo genere hanno lei come punto di riferimento.
Infinitamente blues, martedì 25 aprile 2017, ripercorre la sua vita attraverso le canzoni che ha inciso e le vicissitudini che ha attraversato. Non crediamo sia il caso di aggiungere che tutti i brani sono meravigliosi. Scopriremo il suo lato romantico, la sua grinta e l'inimitabile abilità nello "scat", che trasforma la sua voce in un vero e proprio strumento musicale. Dal suo debutto a 17 anni alla sua morte a 79 anni le canzoni dei grandi compositori sono state al suo fianco. I "songbook", cioè le raccolte dei brani dei singoli autori restano una pietra miliare nella storia della musica. Da Cole Porter a Duke Ellington, da Rodgers e Hart a Irving Berlin, dai coniugi Gerschwin ad Harold Arlen, Jerome Kern e Johnny Mercer, tutti rivivono nelle interpretazioni sensazionali di questa cantante. Per non parlare dei suoi rapporti professionali con le grandi orchestre (quella di Benny Goodman e di Count Basie in particolare) e dei tre dischi realizzati negli anni '50 con un altro mito, Louis Armstrong. Di tutto questo (e di altro ancora) si parla in questa puntata di Infinitamente blues.
Buon ascolto.
 
Keith Jarrett Infinitamente Blues dedica questa puntata dell'11 aprile 2017, ai pianisti, scelti tra i vari generi musicali dal pop al rock, dal blues al jazz. Abbiamo modo di incontrare personaggi molto diversi l'uno dall'altro, dal "vecchio" jazzista di New Orleans Jelly Roll Morton all'iniziatore del cool jazz, Lennie Tristano, al progressive rock di Keith Emerson, Rick Wakeman e Il Banco. Inseriti nella scaletta anche autori non abituali per questa trasmissione, cone Ryuichi Sakamoto e David Sylvian con la loro New age di ispirazione tradizionale giapponese. Non mancano i bluesmen come Otis Spann, Memphis Smith, Pinetop Perkins e artisti universali come Joni Mitchell, Elton John e Diana Krall.
Buon ascolto.
 
BBKing & friends Infinitamente Blues torna alle origini della trasmissione, dedicando il suo spazio al blues, anzi ad uno dei grandi padri del blues, il re, B. B. King.
Nel maggio di due anni fa, quando il grande bluesman è scomparso a 89 anni, avevamo raccontato la sua storia di uomo e di artista.
In questa puntata, invece, vogliamo osservare B.B. King da un altro punto di vista, quello delle sue moltissime apparizioni assieme ad altri colleghi. Quelle dal vivo, nei concerti, non si contano ed è perfino difficile elencarle, e poi ci sono alcuni album, come Deuces Wild del 1997, Riding with the King del 2000 con Eric Clapton e il più recente “B.B. King & Friends: 80” del 2005, che raccolgono il meglio di queste occasioni. La scaletta pertanto si potrebbe chiamare “Gli amici del re”. Potete ascoltare i duetti con Mick Jagger, Willie Nelson, Dionne Warwick, Elton John, Dr John, Buddy Guy, Billy Gibbons e molti altri. Certo che qualcuno degli amici non è riuscito ad entrare nell’ora e mezza del programma. La scelta, come sempre, è arbitraria e opinabile. A noi piace, speriamo piaccia anche a voi.
Buon ascolto.
 
Musica da filmSono appena stati assegnati gli Oscar 2017. La La Land ha vinto sette premi tra i quali quelli per la migliore colonna sonora e la migliore canzone. Infinitamente blues, nella puntata del  28 febbraio, propone una serata molto particolare. Si tratta di un "giochino", che ognuno può fare ascoltando la trasmissione. Trasmettiamo infatti canzoni e musiche che caratterizzano film famosissimi. Potete controllare la vostra abilità di cinefili cercando di capire, ascoltanto la musica, di quale pellicola si tratta.
Ovviamente non ci sono né vincitori né premi, solo la soddisfazione di misurarsi con se stessi e di passare un'ora e mezza di sano divertimento.
Come sempre la scaletta è di primordine, condita da aneddoti, storie e commenti.
Buon ascolto.
 
San ValentinoAnche "Infinitamente blues" si adegua alla serata di San Valentino e propone, nella puntata del 14 febbraio, una scaletta di quelle che più romantiche e dolci non si può. Una ventata di zucchero sparso sugli ascoltatori. Dalle grandi storie d'amore, come quella di Yoko e John Lennon, a cantanti straordinari (ai quali, del resto, pensiamo di avervi abituato) come Elvis Presley, Dire Straits, Whitney Houston, alle coppie più brave del mondo rappresentate dalle voci straordinarie di Carly Simon e James Taylor. In questa serata grande spazio alle canzoni italiane che hanno fatto sognare molte generazioni: Gino Paoli e Ornella Vanoni, la donna cannone di De Gregori, il duetto Mina-Celentano, la "nostra" Patty Pravo, per chiudere con una nota amara dalla voce fantastica di Amy Winehouse.
Ah sì ... la sigla è di Dean Martin: come poteva essere diversamente? Perché ... That's amore!
Buon ascolto.
 
Altri articoli...
Infinitamente Blues
Infinitamente Blues

blues

Black&Blue
Il Jazz a Radio Cooperativa
I nostri artisti
I nostri artisti