I nostri eventi
Eventi
Amici ...

Libri Vari


Immobiliare Dell'Uomo
Viaggio a New York
New York
Streaming Radio Cooperativa
Cotton Club La quarta puntata di "Black & Blue (breve storia del jazz)" ci vede ancora a New York negli anni '20. Qui incontriamo personaggi importanti come Sidney Bechet, Bix Beiderbecke, i fratelli Dorsey, gli italianissimi Joe Venuti e Eddie Lang. I loro strumenti, violino e chitarra, sono impareggiabili ed unici per l'epoca. Le black review sono di gran moda e si spostano anche in Europa creando, a Parigi, il mito di Josephine Baker. Cominciano a splendere le stelle di Duke Ellington, Cab Calloway, che si esibiscono al Cotton Club il ritrovo più caro, scic e razzista d'America. E' qui che nasce la "Jungle music" che accompagna scene di neri immersi nella giungla selvaggia o schiavi nelle piantagioni del Sud. Tutti gli avventori sono bianchi, tutti gli artisti sono neri.
Nascono in questo periodo canzoni che fanno parte della storia del genere come Stardust o Stormy weather. Poi, alla fine di ottobre del 1929, tutto viene travolto dal crollo della borsa. Incomincia il periodo più terribile per gli statunitensi. I neri sono i primi a subirne le conseguenze, anche musicisti affermati sono costretti a reinventarsi altrove. Qualcuno emigra in Europa, qualcuno si trova un lavoro qualsiasi: Sidney Bechet fa il sarto, Kid Ory alleva polli. Si perde invece l'immenso talendo di Bix Beiderbecke, il quale muore nel 1931.
Si chiudono i locali, perfino i circuiti TOBA, dove fino al giorno prima si erano esibite le cantanti di jazz e blues. Vengono trasformati in cinematografi, che accolgono molta gente perché costano pochissimo e possono offrire la più strepitosa novità tecnologica: il sonoro.
Cosa sarà del Jazz durante la grande crisi? Lo scopriremo nella prossima puntata di Black & Blue.
 
Infinitamente Blues

blues

Black&Blue
Il Jazz a Radio Cooperativa
Puntate Black&Blue
I nostri artisti
I nostri artisti