I nostri eventi
Eventi
Amici ...

Libri Vari


Immobiliare Dell'Uomo
Viaggio a New York
New York
Bob Dylan
Infinitamente blues del 22 novembre comincia con quella che per la rivista Rolling Stone è la più bella canzone del XX secolo, "Like a rolling stone". Ne abbiamo parlato a lungo nella puntata che abbiamo dedicata al 50° anniversario dell’uscita del disco. Questa è una serata davvero speciale, perché festeggiamo un evento che abbiamo auspicato da sempre, l’assegnazione del Nobel a Bob Dylan. Non ci importa molto delle discussioni se quella di un musicista è o no vera letteratura, ci interessa sottolineare la levatura dell’uomo, la sua enorme influenza nei generi musicali che ha attraversato, la sua presenza simbolo nelle lotte per i diritti civili e contro la guerra.
Dylan ha scritto mille e più canzoni, pubblicato decine e decine di dischi. Raccogliere il senso dei suoi 54 anni di attività in un’ora e mezza è impossibile. Abbiamo così pensato di cominciare con le sue prime opere, pescando nei dischi dei primi anni, dal 1962 alla metà degli anni ’70. Ascoltare le sue canzoni senza capirne il testo è limitativo. Per questo vogliamo accompagnare buona parte della musica in scaletta questa sera con la traduzione dei testi in italiano. Siamo convinti che dopo aver ascoltato le poesie di Bob Dylan, con la forza e l'irruenza del combattente per un mondo migliore, o con la dolcezza dei versi amorevoli o con le visioni surreali, ricche di simbolismi e spesso ipnotiche, dopo aver sentito tutto questo, direte assieme a noi che quel Nobel non solo è meritato, ma "cosa diavolo aspettavano a darglielo?". Buon ascolto.
 
Infinitamente Blues

blues

Black&Blue
Il Jazz a Radio Cooperativa
I nostri artisti
I nostri artisti